Chilometro Cento. – Linea Gotica 1945-2015

Un altro giorno di crinali di erba secca. Giallo, spazzato dal vento.
Lungo un sentiero che sono tre: la Grande Escursione Appenninica, così anni ’80, il sentiero 00 e l’Alta Via dei Parchi, decisamente più moderna, e, di questi tempi, più famosa.

Un piccolo ritorno in Toscana: da Lago Santo Modenese, faticosamente raggiunto scappando dalla Garfagnana, nuovamente sul confine, lungo un sentiero di pietre miliari settecentesche tra il Granducato di Toscana e quello di Modena.

Dall’Alpe Tre Potenze, il forte vento a pulire il cielo, permette di ammirare per un’ultima volta il Mar Tirreno.
Ricorda, con malinconia e sollievo il terreno già calpestato. Rimasto alle loro spalle.

In contrasto, nel versante nord fanno capolino anacronistici impianti di risalita, a ricordo di uno splendore che fu.
Dove ora c’è solo abbandono.

Val di Luce.

Tra ruderi di postazioni strategiche tedesche e incisioni nella pietra di giovani che forse a casa non sono ritornati, scendono all’Abetone ed alle due piramidi del suo Passo, risparmiate dagli obici alleati.
Marcando, inoltre, il chilometro cento dalla partenza. 

Passo dell’Abetone.

Spritz di fine tappa, prima di pranzo.
Dopo le Alpi Apuane, le gambe sono piene di energia.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un commento