il Movimento Lento

Per una serie di fortunati eventi, ho la possibilità di collaborare con il Movimento Lento, network per la diffusione della cultura dello slow travel, per il quale mi occupo di redigere bisettimanalmente articoli su Grandi Viandanti e sulle loro esplorazioni del Mondo a piedi o in bicicletta.

Gli articoli da me scritti per la sessione Grandi Viandanti.

Daniele Carletti e Simona Pergola, intenzionati a superare i sette passi più alti del mondo in sella alle loro biciclette.

Paul Salopek, giornalista premio Pulitzer, fino al 2020 ripercorrerà le orme dei primi Homo sapiens che lasciarono l’Etiopia per colonizzare il mondo.

Dino Lanzaretti, aggiunge distanza tra lui e la morte in sella alla sua bicicletta.

Alessandro Boldini, un ragazzo cieco che gira il mondo da solo.

Darinka Montico, che ha risalito l’Italia a piedi, senza soldi, raccogliendo sogni.

Paola Gianotti e Hobo, la sua bicicletta, in un giro del mondo da record.
Sempre di Paola, che ha attraversato i 48 stati americani in 45 giorni.

Roberto, privato di una gamba da un incidente in moto, cammina sul mondo.

Daniele ed Elena, e la loro nuova mappatura del mondo.

Claude Marthaler, il Magellano su due ruote.

Elia Origoni, e l’essenzialità ritrovata sulle Alpi.

Norman Polselli, che insegue il Sole , tra Santiago e l’Asia.

Mattia Miraglio, che porta il suo sorriso contagioso attraverso i cinque continenti.

Heinz Stucke, che da oltre cinquant’anni pedala attorno al globo.

Andrea Toniolo, moderno Forrest Gump, di corsa fino a Capo Nord.

Enrico e Paolo, e la loro avventura alla fine del mondo.

Sarah Marquiz, avventuriera dell’anno.

Mila, una donna determinata che ha percorso 2000 chilometri in sella, per stimolare l’attenzione pubblica sulla salute mentale.

Marino Curnis, in viaggio da Roma ad Amboise ricalcando i passi dell’ultimo viaggio di Leonardo da Vinci.

Roberto, ed il suo viaggio in Mongolia in bicicletta.

Vieri Cammelli, fino in Thailandia su una bici pieghevole verde limone.

Fabio, Marco e Claudio, pellegrini dell’Età Moderna, in viaggio da Milano a Gerusalemme con i cappelli di paglia ben calcati sulla testa.

Anne-Sophie e Kelly, due ragazze esplorano il mondo in sella ad un monociclo.

Christian Cappello, un lungo viaggio d’amore, per mostrare attraverso i suoi occhi a Marta e Leonardo il volto migliore dell’Italia: quello della solidarietà e dell’impegno.

Martijn Doolaard, un hipster in bicicletta.

Vincenzo Rizzo, passi solitari sulla Magna Via Francigena di Sicilia.

Claudio Pelizzeni, ed il suo giro del mondo senza prendere aerei.

Giorgia Lo Giudice, da Milano alla Sicilia in bicicletta, per fare gli auguri di buon compleanno alla nonna.

Federico Marangoni, in sella ad una Graziella pieghevole, attraverso l’Italia lungo la ciclovia Francigena.